Ristrutturazioni

Tagli in vista per la Giorgio Armani di Settimo: a rischio 110 dipendenti su 184

Ci sono state due ore di sciopero oggi, 20 aprile, alla Giorgio Armani Operations di Settimo Torinese, per protestare contro i 110 esuberi annunciati su 184 dipendenti. L’annuncio sul futuro del polo piemontese, specializzato nella produzione di capispalla da uomo, giunge dopo due anni di solidarietà.

 

L'intenzione di ristrutturare l'organico è stata comunicata ieri dall'azienda ai sindacati, in base alle scelte di riorganizzare i marchi e all’accorpamento di una serie di attività impiegatizie.

 

Pochi mesi fa, infatti, il gruppo aveva annunciato l'intenzione di fondere Armani Jeans e Armani Collezioni all'interno della linea Emporio Armani. Probabilmente questa mossa, oltre alla cronica crisi del menswear, ha pesato sulla decisione di mettere mano alla forza lavoro.

 

«Sapevamo che la situazione era difficile ma la presa di posizione dell’azienda è inaccettabile» hanno commentato i sindacati di categoria.

 

 

stats