Risultati preliminari

BasicNet: utile ante-imposte in linea con il 2016

BasicNet, proprietaria di marchi come Robe di Kappa, Superga e K-Way, chiude l'esercizio 2017 con un ebitda di 23 milioni di euro (+7,2%), dopo che le vendite aggregate dei licenziatari commerciali e produttivi nel mondo hanno raggiunto i 747,8 milioni (+1,1% a cambi correnti, +3,9% a cambi costanti).

 

Nell'anno l'ebit è stato di di 16,6 milioni, in crescita del 9%. In base ai dati preliminari, l'utile prima delle tasse si è attestato a 15 milioni di euro, circa in linea con i 14,9 milioni dell’esercizio precedente. Come spiegano dal gruppo torinese, questo risultato è influenzato dal saldo netto della gestione dei cambi.

 

I fatturati dei marchi Kappa e Robe di Kappa sono aumentati complessivamente dell'1,9%. Superga, su cui pesa un -20% sul mercato italiano, ha accusato un -5,9% nell'anno.

 

Positivo l'andamento in UK (+18%), Nord Europa (+39%) e Germania (+21%) ma anche nelle Americhe (+27% negli Usa, +40% in Brasile, +99% in Argentina e +94% in Cile). Inoltre gli ordinativi per il 2018 fanno pensare, come anticipano da BasicNet, a un'inversione di tendenza.

 

Il marchio K-Way è cresciuto a due cifre (+12%) e Briko, entrato in portafoglio nel 2016, ha registrato un +51%.

 

L'indebitamento finanziario è passato da 49,5 a 61,5 milioni, principalmente per supportare l'acquisizione, lo scorso luglio, del marchio americano Sebago (nella foto un'anticipazione autunno-inverno 2018/2019 di K-Way).

 

stats