SCOUTING

Anche Anna Wintour in campo per i giovani creativi italiani

Anna Wintour è in pole position per un progetto di supporto ai talenti emergenti del nostro Paese.

 

Il numero uno di Vogue America, insieme ai direttori di altri magazine pubblicati da Condé Nast (tra i quali Stefano Tonchi, editor in chief di W), selezionerà i vincitori di cinque borse di studio, messe in palio dalla casa editrice in collaborazione con altrettanti centri di formazione e università sparsi nel nostro Paese: i loro nomi saranno resi noti il 18 settembre, in occasione dell'imminente edizione di Milano Moda Donna.

 

"Da tempo ammiriamo i designer, fotografi, scrittori e artisti italiani per il loro talento e creatività - ha commentato il ceo di Condé Nast, Charles H. Townsend -. La loro influenza sulla nostra azienda e sulla nostra cultura sono incommensurabili". "Ora - ha aggiunto - è arrivato il momento di restituire parte di quanto abbiamo ricevuto, incoraggiando una generazione pronta a dar vita alle case di moda, ma anche ai tesori cinematografici e alle storie indimenticabili del futuro".

 

Personaggi, dunque, in grado di spiccare il volo (non solo nel fashion ma pure in altri campi, compreso il giornalismo) come fece a suo tempo Gianni Versace, "un uomo appassionato, oltre che di moda, di opera, mobili di design, cibo. E ogni stilista italiano che ho incontrato era come lui", afferma Anna Wintour.

 

Le scuole coinvolte nell'iniziativa sono l'Istituto Europeo di Design e l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, lo Iuav di Venezia, l'Università di Urbino e la Scuola Nazionale di Cinema-Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

 

 

stats