SEMESTRALI

Piquadro: i ricavi aumentano anche in Italia

 

Chiude in positivo il primo semestre dell'esercizio 2013/2014 per Piquadro: l'azienda guidata da Marco Palmieri (nella foto) ha registrato un fatturato di 29,89 milioni di euro (+9,1 % sullo stesso periodo dell'anno 2012/2013), grazie a incrementi sia nel retail che nel wholesale. Tra i mercati, bene l'estero e anche l'Italia è a segno più.

 

Le vendite realizzate attraverso il canale DOS sono cresciute del 17,4% e dell'1,7% se valutate a parità di perimetro, quindi senza considerare il giro d'affari dei monomarca non ancora avviati alla data del primo aprile 2012. Il dato di Same Store Sales Growth (SSSG), a parità di giorni di apertura e a cambi costanti, ha messo a segno un +2,9%, con un +1,3% nel nostro Paese.

 

Ma per Piquadro è tuttora fondamentale la presenza nei multimarca, da cui deriva il 67% del business: in quest'ambito, il fatturato è progredito del 5,5%, con un +34% oltrefrontiera e un lieve calo sul mercato interno.

 

Dal punto di vista geografico, è stata l'Europa a dare le maggiori soddisfazioni alla realtà attiva nell'ambito della pelletteria, con un +27,7% (sostenuto da un +25% in ambito wholesale), contro il +6,7% del resto del mondo e il +4,8% dell'Italia, che assorbe una fetta tuttora importante del turnover totale del gruppo (poco meno del 71%), anche grazie alla recente inaugurazione di sette vetrine dirette e una in franchising.

 

Palmieri, presidente e amministratore delegato dell'azienda di Gaggio Montano (Bologna), ha commentato i risultati evidenziando "la conferma dei segnali di sviluppo già riscontrati nel primo quarter e dinamiche che attestano la validità della strategia intrapresa, permettendoci di guardare al futuro con rinnovata fiducia".

 

Dopo la pubblicazione dei dati, il titolo Piquadro è stato sospeso per eccesso di rialzo a Piazza Affari (+10,68% teorico a 1,596 euro).

 

 

stats