STILISTI

A-lab

Tutto nasce dall’idea di una factory creativa italiana per dare corpo e voce al talento di Alessandro Biasi e Simona Costa. Sono loro i due designer dietro il marchio A-lab. Il brand si forma a Milano nel 2006, ma diventa una realtà compiuta nel 2009, con la loro prima collezione femminile.

 

Oggi questa fucina creativa è diventata un’etichetta che racchiude, oltre all’abbigliamento, anche blog e testate indipendenti quale sinonimo di espressività totale e di contaminazione globale.

 

Alla base del lavoro di Biasi e Costa c’è il bisogno di fare moda diversificando gli input e facendo diventare il laboratorio progettuale un catalizzatore di tendenze e novità, che confluiscono, poi, negli abiti. Anche il marchio - una sorta di timbro postale fortemente simbolico - vuole “certificare” la ricerca costante e la qualità creativa.

 

Nel palmarès di A-lab spicca la partecipazione nel settembre 2009 al Incubatore della Moda, sponsorizzato dalla Camera Nazionale della Moda, nel 2010 è stata la volta della Berlino Fashion Week e della Georgia Fashion Week l’anno scorso.

 

Fedele alla propria estetica multimediale, il duo ha sviluppato per la primavera-estate 2013 un particolare concetto di métissage rielaborando su candide T-shirt i mosaici bizantini, dove la frammentazione del print crea effetti caleidoscopici e folk. Altro mix inusuale è l’unione fra paesaggi romantici stampati sui capi dal taglio sportswear e, sempre in quest’ottica, i contrasti materici.

 

stats