STILISTI

I Pinco Pallino: se ne va Stefano Cavalleri

Si separano i destini de I Pinco Pallino e Stefano Cavalleri: dopo aver disegnato la collezione per la primavera-estate 2013 della griffe in piccole taglie, lo stilista dice addio alla società, il cui 85% è detenuto dal Fondo Opera, e annuncia una nuova fase professionale. "Per ora non dico di più - afferma - ma dopo le vacanze ci saranno probabilmente aggiornamenti". 

 

A due anni dall'ingresso de I Pinco Pallino nel portafoglio della realtà il cui motto è "Investing in Italian excellence", se ne va dunque colui che, nei primi anni Ottanta, ha ideato e fondato la label insieme a Imelde Bronzieri, quest'ultima attualmente impegnata nel progetto Mimisol, una collezione di childrenswear realizzata insieme a Gi.Mel e ad Andrea Montelpare.

 

Il contratto che legava Cavalleri al Fondo Opera è, infatti, giunto al termine: le proposte I Pinco Pallino in vetrina la prossima primavera saranno dunque le ultime che porteranno la sua regia stilistica, tangibile nei modelli dedicati a questa stagione e all'autunno-inverno 2012/2013, mentre per quanto riguarda le uscite precedenti, come ha confidato il creativo in un'intervista, "il mio apporto era limitato solamente a dei flash di collezione, in quanto la proprietà aveva preferito arruolare anche altri designer".

 

Ci si chiede, dunque, da un lato quali saranno le scelte di Suzanne Basini, a.d. de I Pinco Pallino e, dall'altro, che sorprese riserverà un personaggio di spicco del made in Italy in versione under 14. Cavalleri non si sbilancia. "Non ho fretta - si limita a dire -. Sto ragionando sul mio futuro e, tra qualche mese, rivelerò sicuramente qualcosa di più".

 

stats