STILISTI IN ASCESA

Oliver Spencer: progetti di espansione, dopo la nomina ai British Award

Fresco di nomina per i British Fashion Award 2013 (nella categoria menswear), lo stilista Oliver Spencer punta a sviluppare il suo brand all'estero, Italia compresa, dove il designer britannico ha presentato la sua nuova collezione all'insegna del comfort.

 

In questi giorni a Milano per incontrare la stampa, Spencer ha deciso di conquistare gli italiani con una linea dal fitting morbido, "in controtendenza - osserva - rispetto allo skinny style imperante in città". Il brand che porta il suo nome, fondato nel 2002, è però molto altro: fonde lo streetwear con le costruzioni sartoriali avendo cura dei dettagli e della qualità dei tessuti. "Sono per lo più British nelle proposte invernali e made in Italy in quelle estive", spiega Spencer, citando Limonta tra i fornitori.

 

Amato da icone della musica come i Rolling Stones e Paul Weller e del cinema come Martin Freeman e Benicio del Toro, il marchio Oliver Spencer è distribuito in Italia solo da questa stagione ma in breve tempo, in collaborazione con Marziano Bello Showroom, ha raggiunto 25 multimarca selezionati tra i quali Birbas a Pordenone, Antonia Uomo ed Excelsior a Milano, Folli Follie a Brescia, Flanella a Bologna e Spazio C a Napoli.

 

"Sono 150 i punti vendita nel mondo - elenca il designer - mentre a Londra abbiamo tre monomarca, un numero destinato ad aumentare nel breve termine". All'estero l'insegna è presente a Toronto, ma l'obiettivo per il 2018 è di raggiungere quota 15 monobrand, toccando città come Tokyo, Hong Kong, Parigi e Milano. Tra i canali distributivi in crescendo anche l'online, che distribuisce tutto l'universo del marchio: menswear, calzature, accessori e una capsule collection tutta al femminile.

 

stats