STIME

Tessile-moda: +2,3% il fatturato del semestre

 

Segnali di schiarita per l'industria italiana del tessile-moda nel 2014. Lo rivelano le stime di Smi-Sistema Moda Italia.

 

Nel primo semestre il fatturato del settore (nella foto, una fase di lavorazione da Brunello Cucinelli) è atteso in aumento del 2,3% rispetto allo stesso periodo del 2013. Il tessile, in particolare, dovrebbe realizzare un +1,7% e l'abbigliamento un +2,8%. Da gennaio a giugno si stima inoltre che l'export sia in aumento del 3,9%, a fronte di un +2% dell'import.

 

La crescita del giro d'affari nel 2014 dovrebbe essere intorno al 3,6% a 52,56 miliardi di euro. Le esportazioni dovrebbero attestarsi a 28,94 milioni (+5,6%). I ricercatori prevedono che a fine 2014 le aziende saranno 47.910, dalle 48.590 dell'anno prima (-1,4%). Gli addetti diminuiranno a 411.500, dai precedenti 412.300 (-0,2%).

 

Il 2013, come ricordano da Smi, è stato archiviato con ricavi pari a 50,72 miliardi di euro (-0,7%) e perdite in termini sia di aziende (1.450 le chiusure) che di organico (11mila i posti di lavoro in meno).

 

stats