STRATEGIE

Agli arabi di Investcorp la maggioranza di Corneliani

La famiglia Corneliani ha raggiunto un accordo per la cessione del 51% dell'azienda del menswear a Investcorp. Corrado, Cristiano e Stefano Corneliani restano nell'azionariato con il 49%. Escono invece il fondatore Carlalberto e i figli Maurizio e Sergio.

 

«Abbiamo voluto porre le basi per un ulteriore sviluppo della società - ha detto Carlalberto Corneliani nella conferenza stampa di stamattina (21 giugno) a Milano -. Confido che la scelta sia la più corretta possibile, per far crescere l'azienda e mantenere i posti di lavoro». «La decisione non è dovuta a questioni finanziarie (la società non ha debiti, ndr) ma a questioni strategiche, a visioni diverse», ha precisato Corneliani, presidente e ceo, che nel 1958 ha fondato l'azienda mantovana insieme al fratello Claudio.  

 

Nell'operazione la Corneliani è stata valutata intorno ai 100 milioni di dollari (circa 88 milioni di euro), una cifra inferiore al fatturato, nel 2015 pari a 110 milioni di euro. Investcorp è entrata nel capitale con un investimento interamente cash.

 

«L'obiettivo è raddoppiare il giro d'affari in cinque o sei anni», ha dichiarato Hazem Ben-Gacem, responsabile corporate investment di Investcorp per l'Europa, che con l'acquisizione diventa presidente di Corneliani (al centro, nella foto, tra Carlalberto e Cristiano Corneliani).

 

A breve sarà nominato un nuovo chief executive. Cristiano e Corrado Corneliani (figli di Claudio) resteranno «pilastri» del management, mentre non si sa nulla del futuro della direzione creativa, fino a oggi in capo a Sergio Corneliani, che manterrà la carica fino all'arrivo del nuovo ceo. 

 

Hazem Ben-Gacem punta a far diventare il marchio indiscusso leader nel menswear di lusso, un segmento in espansione e con un potenziale inespresso. «Ci vorrà tempo - ha affermato il manager di Investcorp - ma è un obiettivo raggiungibile».

 

Lo sviluppo sarà sostenuto dall'espansione all'estero, in tutti i continenti, a partire dal Nord America. A oggi Corneliani, che conta 1.100 dipendenti nel mondo, è presente in 68 Paesi attraverso 10 negozi diretti, 850 multimarca, 75 store in franchising e 50 shop in shop.

 

Il nuovo socio di maggioranza non ha escluso, negli anni a venire, il collocamento in Borsa. Quotato in Bahrain, provider e manager di prodotti alternativi di investimento, Investcorp gestisce circa 10,7 miliardi di dollari di asset. In passato ha investito in Gucci, Tiffany, Saks Fifth Avenue e più di recente in Dainese.

 

 

stats