STRATEGIE

Cheap Monday apre monomarca in Cina e lancia l'e-shop

Sarà un autunno caldo per Cheap Monday. Entro la fine del 2013 il brand svedese darà il via a nuovi progetti di espansione, con i primi due monomarca nella Repubblica Popolare, il consolidamento della sua presenza nel Regno Unito e il varo dell'e-commerce in Europa.

 

Già presente da alcuni anni in Cina nei negozi multimarca (come Lane Crawford,It Mixtra K11, True Blue e Galeries Lafayette), il marchio aprirà a breve un punto vendita a insegna Cheap Monday a Pechino, per poi fare il bis a Shenyang all'inizio della primavera 2014. Entrambi gli spazi sorgeranno all'interno dei centri commerciali Joy City.

 

A fine 2013 toccherà inoltre all'e-shop, che renderà accessibile online l'intera gamma dei prodotti Cheap Monday: un servizio disponibile in 18 nazioni europee.

 

Tra le novità di questo autunno anche il potenziamento di uno dei mercati chiave per il marchio: in vista c'è infatti la costituzione di una filiale che gestirà la distribuzione della collezione nel Regno Unito.

 

Fondato nel 2004, Cheap Monday è parte di Weekday Brands Ab, una sussidiaria del gruppo di Fabric Scandinavien Ab, di proprietà di Hennes & Mauritz. Attualmente è presente in oltre 35 Paesi attraverso 2mila multibrand. Ha monomarca a Londra e Copenhagen, un flagship in dirittura d'arrivo a Parigi, corner presso Selfridges a Birmingham e Manchester, oltre a numerosi shop-in-shop.

 

stats