STRATEGIE

Coach Inc. acquisisce Kate Spade con un deal da 2,4 miliardi di dollari

Dopo settimane di indiscrezioni, arriva come da copione l'acquisizione di Kate Spade & Company da parte di Coach Inc.: gli azionisti di Kate Spade riceveranno 18,50 dollari per azione in contanti, per un valore totale della transazione di 2,4 miliardi di dollari (2,18 miliardi di euro).

 

Rientra nel deal un premio del 27,5% sul prezzo di chiusura delle azioni del brand acquisito, in base alle valutazioni al 27 dicembre 2016, ultimo giorno prima che cominciassero le speculazioni sui media riguardo all'operazione.

 

Come ha sottolineato Victor Luis, ceo di Coach Inc., «Kate Spade è un marchio con un posizionamento realmente unico e un vasto assortimento improntato al lifestyle, oltre a possedere un'elevata fidelizzazione presso i consumatori, soprattutto i Millennials».

 

«Tramite questa acquisizione - ha proseguito - creeremo il primo gruppo focalizzato sui marchi di luxury lifestyle con quartier generale a New York, contraddistinto da prodotti autentici e distintivi, all'insegna dell'innovazione».

 

Luis ha proseguito ricordando che Kate Spade non ha ancora espresso il suo vero potenziale di crescita globale: «In questo l'esperienza maturata da Coach Inc. nell'apertura e gestione di specialty store a livello mondiale (senza parlare del brand building sui mercati internazionali) non può che essere d'aiuto».

 

Kevin Wills, cfo di Coach Inc., ha previsto che entro tre anni dal closing della transazione saranno risparmiati 50 milioni di dollari, in seguito a operazioni come l'ottimizzazione della supply chain e cambiamenti nella gestione degli inventari e considerando il fatto che si tratta di due business complementari. Il manager ha inoltre anticipato che le vendite nei canali wholesale e flash sale online di Kate Spade verranno ridotte.

 

Craig A. Leavitt, ceo di Kate Spade & Company, si è riallacciato a questi discorsi, ribadendo che l'intesa porterà valore agli azionisti e sarà il primo trampolino di lancio per un successo a lungo termine.

 

Da notare che, a partire dal prossimo 5 giugno, l'ex Bergdorf Goodman Joshua Schulman diventerà presidente e ceo del brand Coach e Ian Bickley assumerà il ruolo di presidente dello sviluppo globale e delle alleanze strategiche dell'azienda: segno di una trasformazione in atto nella fashion company americana e anche di un possibile fondo di verità nelle voci che danno Jimmy Choo, di cui Schulman è stato amministratore delegato, in procinto di aggiungersi alla "Coach family" (nella foto, un modello di Kate Spade ripreso dall'account Instagram della label).

 

stats