STRATEGIE

Confezioni Pango alla volta del Kuwait e di San Pietroburgo

Dopo aver inaugurato l'ottavo monomarca Gaia Life in via Imbriani a Trieste, Confezioni Pango ha stipulato accordi con due partner stranieri per un'apertura in Kuwait e un'altra a San Pietroburgo, quest'ultima con il marchio Mariella Arduini (ex Mariella Burani).

 

Anche in Giappone è stata firmata un'intesa con realtà locali per la distribuzione in questo Paese, che a sua volta gioca un ruolo chiave per la società bresciana.

 

Confezioni Pango chiuderà il 2016 con un fatturato di 12,6 milioni di euro, in crescita del 3% rispetto allo scorso anno. Dal 2013 a oggi l'aumento del giro d'affari è stato del 25%.

 

In primo piano il business, ma anche la sostenibilità: l'azienda ha annunciato il concreto impegno per una totale abolizione dell'uso di pellicce animali nelle proprie confezioni.

 

«Pango - spiega un portavoce - ha a disposizione valide alternative, che rendono inutile il ricorso a pratiche crudeli nei confronti degli animali» (nella foto, un modello Gaia Life).

 

 

stats