STRATEGIE

Francesco Pesci (Brioni): "Nel futuro ancora Usa, ma investiremo anche in Cina"

 

Francesco Pesci, amministratore delegato di Brioni, ha parlato in un'intervista di mercati, diversificazione produttiva e progetti futuri. "Stiamo diventando più grandi e anche 'better managed'", ha commentato il manager a proposito delle nuove sfide insieme alla casa madre Kering.

 

In una lunga chiacchierata con wwd.com, Pesci ha fatto il punto della situazione innanzitutto negli Stati Uniti, "che restano per noi l'area di sbocco più significativa e dove intendiamo aprire boutique non solo sulla West e la East Coast, ma anche in altre location".

 

Tra gli store "best performing" c'è quello di Beverly Hills, in Rodeo drive, che ha beneficiato di un recente restyling. In quest'ottica, non è escluso un rinnovamento anche del monomarca di New York.

 

Intanto si guadagnano posizioni in altre aree del pianeta, Cina in primis, dove Brioni è diventato proprietario di cinque spazi precedentemente gestiti da franchisor. Nel Paese asiatico sono in dirittura d'arrivo tre o quattro vetrine prima della fine del prossimo anno.

 

Il retail rappresenta una voce importante per il business, al quale contribuisce nell'ordine del 42% con l'obiettivo, come si legge, di arrivare al 60% entro il 2016.

 

Quanto allo stile, è in atto un'evoluzione soprattutto da quando è entrato in scena - nel luglio 2012, con esordio a Milano nel gennaio successivo - il primo direttore creativo nella storia della label, l'ex Givenchy Brendan Mullane: pur non rinunciando allo zoccolo duro dei clienti 35-55enni, si punta a estendere il target a fasce di età più giovani, grazie a silhouette più contemporanee.

 

Non solo: ferma restando l'importanza delle proposte "tailored", che allo stato attuale equivalgono al 60% circa delle vendite, la percentuale delle "non tailored" dovrebbe passare dal 40% al 50% in tre-cinque anni.

 

Gli accessori (pelletteria e calzature) hanno messo a segno risultati così incoraggianti negli ultimi tempi, che il loro ruolo è sicuramente destinato a rafforzarsi nel breve-medio termine.

 

stats