STRATEGIE

Gianni Chiarini: +7% il fatturato nel 2015. In arrivo l’e-commerce e nuovi negozi

L’azienda fiorentina della pelletteria Gianni Chiarini, attiva con i brand Gianni Chiarini e Gum Gianni Chiarini Design, ha chiuso l’esercizio 2015 con un fatturato di 33,44 milioni di euro, in crescita del 7% sul 2014.

 

Nel prossimo futuro l’apertura di tre nuovi monomarca, l’avvio del sito di e-commerce e il potenziamento di mercati che stanno andando particolarmente bene, come la Germania e il Giappone.

 

Fondando il brand che porta il suo nome, l’imprenditore Gianni Chiarini (nella foto) negli ultimi anni ha saputo dare slancio all’azienda fondata dal padre Carlo all’inizio degli anni Novanta, facendo leva, da un lato, sulla vitalità del distretto conciario fiorentino e, dall’altro, sul modello del pronto moda.

 

La scelta di coniugare borse di gusto raffinato a prezzi competitivi è stata premiata dal mercato: la Gianni Chiarini ha registrato incrementi medi annui del 30%, raggiungendo l’obiettivo prefissato di raddoppiare il giro d’affari nel giro di tre anni, dal 2010 al 2012.

 

Oltre all’Italia, l’espansione si è concretizzata in Europa, Russia e Giappone, con una rete capillare di 5mila punti vendita-clienti. Accanto al canale multibrand è stato avviato un piano di sviluppo retail, che ha portato all’apertura del primo negozio Gianni Chiarini in via della Vigna Nuova a Firenze. Per questa insegna ora si progettano store anche a Milano e Roma.

 

Il secondo opening ha riguardato invece il marchio Gum Gianni Chiarini Design: la label giovane e fashion, nata nel solco del gusto per la ricerca e la sperimentazione di Gianni Chiarini e realizzata con l’impiego di PVC e di una gomma opaca, personalizzata da un’inedita stampa saffiano, mentre le forme sono squadrate a bauletto. L’indirizzo del negozio è corso Garibaldi 34 a Milano. Ma presto ci sarà uno spazio dedicato alla vendita di questi modelli anche a Roma.

 

Entro il 2016 l’azienda prevede di essere a regime con il proprio sito di e-commerce. Sul fronte dell’espansione internazionale, l’imprenditore afferma: «In Europa la Germania è il Paese che ci sta dando maggiori soddisfazioni. È un mercato in cui crediamo molto e che vogliamo potenziare. Stesso discorso per il Giappone. Qui stiamo intensificando la nostra strategia di sviluppo, partendo dall’apertura del nostro primo shop all’interno del nuovo department store Tokyu a Ginza».

 

Il target price sell out delle borse Gianni Chiarini va dai 180 ai 250 euro, mentre per Gum Gianni Chiarini Design i prezzi sono più contenuti: dai 50 ai 150 euro.

 

 

stats