STRATEGIE

Il "sogno europeo" di Coach

Grazie alla nomina di Nigel Darwin a presidente di Coach Europe, la realtà americana potrebbe accelerare il passo in Europa. È recente l'apertura di uno shop in shop di circa 160 metri quadri all'interno di Harrods a Londra, ma i progetti nel nostro continente non si fermano qui.

 

Come riporta wwd.com, Darwin (che in precedenza era managing director del business international presso il retailer britannico New Look) potrebbe essere la persona giusta per raggiungere l'obiettivo di realizzare a lungo termine - nell'arco di 10 anni - il 10% del fatturato del brand (pari a oltre 4 miliardi di dollari) in territorio europeo "nessuna nazione esclusa", come ha precisato lo stesso manager. Intervistato da wwd.com nel 2010, il ceo Lew Frankfort aveva anticipato di puntare per l'Europa a ricavi intorno ai 250 milioni di euro entro cinque anni.

 

Coach, realtà il cui core business sono gli accessori, può già contare su stand-alone store in New Bond e Regent street nella capitale inglese, oltre che al Westfield London mall e da Liberty. Outlet della label nel Regno Unito si trovano anche al Bicester Village e, in Irlanda, al Kildare Village, vicino all'omonima città. Il marchio è inoltre presente in Francia, da Printemps, e in Spagna da El Corte Inglés. Ma, secondo quanto anticipato dal sito d'oltreoceano, sta per essere piantata un'ulteriore bandierina in Germania, dove entro fine novembre è previsto l'opening di uno spazio di circa 500 metri quadri a Metzingen, il primo in questo Paese.

 

stats