STRATEGIE

Kering Eyewear: partnership con Cartier per gli occhiali

Sarà effettiva dal prossimo primo gennaio la partnership esclusiva fra Kering Eyewear, parte del gruppo Kering, e Cartier, griffe controllata dal Gruppo Richemont, per il lancio della collezione primavera-estate 2018 di Cartier Eyewear.

 

I due player del lusso si uniscono dunque per dare vita a una piattaforma per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione a livello mondiale degli occhiali firmati Cartier.

 

L'accordo prevede l'acquisizione da parte di Richemont di una partecipazione di minoranza in Kering Eyewear, che ha integrato l'unità produttiva Manufacture Cartier Lunettes di Sucy-en-Brie, in Francia.

 

Roberto Vedovotto, presidente e amministratore delegato di Kering Eyewear, ha definito "eccezionale" l'intesa con Richemont. «I nostri team di esperti - ha sottolineato - collaboreranno per sviluppare l'eredità della Maison Cartier, con l'obiettivo di migliorare ulteriormente l’esclusività di questo marchio nella categoria eyewear».

 

Le proposte per la primavera-estate 2018 si articoleranno nelle tre collezioni principali Santos de Cartier, C de Cartier e Panthère de Cartier, all'insegna di un dna forte, rivisitato in chiave contemporanea.

 

A Kering Eyewear fa capo un portafoglio di 15 brand: Gucci, Cartier, Bottega Veneta, Saint Laurent, Alexander McQueen, Stella McCartney, Brioni, Altuzarra, Azzedine Alaïa, Boucheron, Pomellato, Puma, McQ, Christopher Kane e Tomas Maier.

 

Quanto a Cartier, non ha certo bisogno di presentazioni, essendo nata nel 1847 con un focus sull'alta gioielleria e orologeria e sugli accessori, sempre luxury: prodotti distribuiti nelle quasi 300 boutique monomarca sparse nel mondo.

 

stats