STRATEGIE

La fast fashion di Imperial e Please accelera in Nord Europa

L'azienda bolognese guidata da Adriano Aere e a capo dei marchiImperial ePlease cresce in Nord Europa, dove negli ultimi anni ha registrato risultati in progressivo miglioramento. Strategici, in particolare, Paesi come Germania, Olanda e Danimarca.

 

Ad avallare i successi dei brand ci sono i numeri: nel 2013 la Danimarca ha segnato un balzo del fatturato del +200% sul 2012, passando da 1,4 a 4,2 milioni di euro, mentre l'Olanda ha messo a segno un incremento del 130,7%, da 1,9 a 4,5 milioni di euro.

 

Un ruolo di primo piano l'ha giocato soprattutto il mercato tedesco, dove nel 2013 Imperial ha registrato un giro d'affari di 15,5 milioni, in aumento del 93,75% rispetto al 2012, chiuso a 8 milioni di euro.

 

Per supportare la crescita in questi mercati, da questo mese Imperial ha aderito ad alcune delle rassegne fieristiche leader come il Bread & Butter di Berlino e l'Aifw di Amsterdam.

 

Con un turnover 2012 di 119 milioni di euro, oggi la realtà di fast fashion made in Italy esporta circa il 50% degli oltre 5 milioni di capi prodotti in un anno fra Europa, Asia e America.

 

stats