STRATEGIE

Macchia J. e Space 2000: l'intesa si rafforza con l'uomo e la donna

È sempre più stretto il patto tra Space 2000 e Macchia J.. Dopo la licenza del kid, l’azienda torinese si aggiudica anche le linee Macchia J. uomo e donna, partendo di slancio verso il consolidamento e lo sviluppo del brand sul mercato italiano ed estero. L’accordo avrà decorrenza dalla primavera-estate 2019. A Pitti Uomo la prima uscita ufficiale.

 

L’offerta delle due label si articolerà su una parte di collezione inserita storicamente nel filone del casualwear di fascia alta, con capi dai materiali ricercati e lavorazioni artigianali, e su un secondo nucleo denominato Luxury Active, che viaggia sui codici dello sport-street, con particolare attenzione al connubio stile-qualità.

 

Attualmente il brand -  nato nel 2004 nel fashion district di West Hollywood a Los Angeles, dall’idea di Matteo Macchiavelli di mixare tendenze americane e giapponesi, con un’immagine tutta italiana - è posizionato in Italia, Francia, Giappone e Corea, presso 170 punti vendita tra multibrand e concept store.

 

Ma le potenzialità di sviluppo, alla luce della recente firma, si potrebbero rafforzare ulteriormente. Space 2000 - fondata negli anni Settanta da Giancarlo Musso, e portata avanti oggi da Manuele e Cristiano, la seconda generazione - ha raggiunto i 36 milioni di fatturato e vanta una rete distributiva capillare: i 12 marchi del suo portfolio, che include Bomboogie, Proleather, Censured, Von Dutch e Waves, per citarne alcuni, entrano in oltre 2.600 vetrine internazionali.

 

stats