STRATEGIE

Malìparmi investe sull’internazionalizzazione

Il 2012 è stato un anno di consolidamento per Malìparmi, fondamentale per porre le basi del piano di sviluppo programmato per il triennio 2013-2015. L’azienda di abbigliamento e accessori femminili ha registrato un fatturato di quasi 30 milioni di euro, in linea con l’anno precedente, riuscendo tuttavia a far crescere la percentuale realizzata all’estero al 45%.

 

Lo scorso anno è cominciata la scalata a importanti mercati, come gli Usa e la Cina, e monomarca sono stati aperti a Lione, Anversa, Los Cabos (Messico) e in Kuwait, dove recentemente è stato inaugurato uno store di 100 metri quadri all’interno del mall The Avenues. L’azienda, guidata da Annalisa Paresi, ha scelto inoltre di investire nella gestione diretta di alcuni negozi Malìparmi in importanti città italiane, come Padova, dove il marchio è nato, Firenze e Roma.

 

Per quanto concerne invece il team, sono stati potenziati l’ufficio commerciale estero, proprio per incrementare l’internazionalizzazione del brand, e il dipartimento stile e prodotto. Le nuove figure vantano consolidate esperienze all’interno di realtà di primo piano della moda. In Malìparmi sono chiamate a innovare, ma in sintonia con le linee guida della casa, “la cui identità è il patrimonio più prezioso”, ribadisce Annalisa Paresi.

 

 

stats