STRATEGIE

Mauro Grifoni sperimenta nuovi linguaggi e formule retail

Mauro Grifoni ha presentato oggi alla stampa il nuovo sito a mo’ di magazine digitale e la campagna pubblicitaria Moving Stills, dedicata alle collezioni dell’autunno-inverno 2014/2015, firmata da Cate Underwood. Le ultime iniziative in ordine di tempo del brand guidato da Ilaria Sesso, designer leader e socia dell’azienda, impegnata a portare avanti una politica di aperture di manomarca ma non solo.

 

Dopo aver avviato un monobrand a Berlino, all'interno di una location suggestiva come il complesso del Bikini Berlin (dove è stata scattata anche la campagna pubblicitaria), entro l'anno sono previsti opening in Giappone (dove Mauro Grifoni è distribuito da oltre 10 anni e dove recentemente è stato siglato un accordo con Itochu), a Barcellona e Roma. Sul fronte dei negozi si guarda con interesse anche a Dubai.

 

Novità anche per lo store milanese di via Santo Spirito. A partire da Milano Moda Uomo nella palazzina che ospita sia lo spazio di vendita sia la showroom di Mauro Grifoni verrà ampliata la parte negozio e verranno inseriti anche marchi di accessori di ricerca, selezionati dall'azienda e presentati in anteprima in Italia.

 

«Sarà una sorta di laboratorio, dove anche l'arte entrerà in modo ancora più significativo, a rafforzare l'esperienza di Corridor & Stairs, la galleria che affianca la boutique. Si parte in modo soft con Milano Moda Uomo, per intensificare il nostro programma di collaborazioni artistiche in vista di settembre», spiega Ilaria Sesso, fondatrice del marchio insieme a Mauro Grifoni e Andrea Breda 22 anni fa.

 

Una realtà particolarmente forte nel prodotto, attiva nell'uomo, nella donna e nel bambino e con le due collezioni jeans M. Grifoni. Una griffe che si contraddistingue per la pulizia e la semplicità dei suoi capi, dotati tuttavia di un quid distintivo.

 

 

 

stats