STRATEGIE

Mbt si struttura per il rilancio

Andy Chaw - che circa un anno fa ha rilevato dal fallimento il marchio Mbt, di cui era già distributore per il Sud Est Asiatico - pensa al rilancio delle scarpe "basculanti". Al vertice ha nominato l'americano Bob Dyer, mentre per l'Italia ha arruolato Dario Bonazza.

 

Bob Dyer è un ex manager della Brown Shoe Company, una società che opera nel footwear quotata sul Nyse da 2,6 miliardi di dollari di fatturato. Il nuovo managing director della Masai Italia di Tarvisio (Ud), Dario Bonazza, vanta invece un passato nel commerciale e marketing di realtà come Gas e Stonefly e prima ancora è stato in forze presso Benetton e Lotto.

 

Il magnate Andy Chaw - capo del distributore asiatico di calzature e abbigliamento sportivo Star 360 - ha comprato il marchio Mbt, su scala globale, nell'agosto dello scorso anno, attraverso la Masai International di Singapore, che distribuiva le speciali calzature nel Sud-Est Asiatico, dopo che la casa madre svizzera aveva dichiarato bancarotta (nel maggio precedente).

 

Ora, dopo una sentenza definitiva della Corte Svizzera - che ha concluso con successo il processo di trasferimento delle quote al nuovo proprietario -, il physiological footwear nato nel 1996 (nella foto, un modello per il prossimo autunno-inverno) può sviluppare nuovi progetti. Come l'ingresso in segmenti di mercato ancora inesplorati, legati ai concetti di benessere e lifestyle, o la messa a punto di un nuovo format per i flagship store.

 

Per quanto riguarda il mercato italiano, in particolare, dopo il recente opening di Bologna sono previsti nuovi monomarca a Milano e Roma entro settembre, ma è in valutazione anche lo sbarco (mixando tra gestione diretta, franchising e multimarca) in città come Torino, Venezia, Verona, Firenze, Napoli, Bari e Palermo.

 

stats