STRATEGIE

Ovs: Beraldo prepara la cessione di Coin, intanto patto con Li & Fung per la Cina

La partita entrerà nel vivo tra un paio di mesi, ma Stefano Beraldo e il Gruppo Coin sarebbero ormai maturi i tempi per vendere la catena Coin con i suoi circa 400 milioni di euro di ricavi e i 40 flagship store. Bocche cucite sull'identità dei pretendenti, ma si tratterebbe di gruppi internazionali.

 

Secondo CorriereEconomia la cessione, che potrebbe portare il marchio Coin verso una nuova  proprietà cinese, chiuderebbe un percorso avviato da Beraldo ormai da qualche anno: trasferire in altre mani la gestione del retail di fascia più alta per concentrarsi su Ovs, quotata a Piazza Affari nel 2015 e di cui gruppo Coin resta principale azionista con il 42,11%.

 

A confermare l'ipotesi di un'imminente vendita ci sarebbe anche la notizia che la società controllante avrebbe recentemente predisposto lo scorporo del ramo d’azienda composto da 40 store Coin, per facilitarne la vendita.

 

Sempre secondo il quotidiano l'attenzione di Beraldo non sarebbe solo sulla cessione degli store Coin, ma anche sullo sviluppo internazionale di Ovs. In particolare nell’area Greater China, con la sigla di un accordo con il colosso locale del retail Li & Fung, per l’apertura in franchising di due negozi pilota a Shanghai, cui ne seguiranno altri 20 tutti con insegna “Ovs Kids”.

 

L’a.d. Beraldo ha inoltre anticipato a CorriereEconomia che nel 2017 il gruppo «investirà fino a 70 milioni tra l’Italia e l’Europa». Ma l'anno in corso sarà anche quello dove entrerà nel vivo l’operazione avviata nel 2016 con l’acquisto della catena svizzera Charles Vögele.

stats