STRATEGIE

Piazza Italia emette minibond da 12 milioni. Obiettivo, new opening e ristrutturazioni

Piazza Italia ha ricevuto sottoscrizioni per 12 milioni di euro da parte di investitori istituzionali, attraverso la piattaforma fintech Epic. Obiettivo dell'operazione, accelerare nelle nuove aperture di punti vendita e ristrutturare parte degli store esistenti.

 

Il prestito obbligazionario, emesso nei giorni scorsi, garantisce un rendimento annuo del 5,25% e dura sei anni, con un profilo di rimborso del capitale di tipo amortizing a partire dal terzo anno.

 

Attualmente Piazza Italia, retailer fondato nel 1993 a Nola dalla famiglia Bernardo, può contare su 169 negozi gestiti direttamente e 78 in franchising in Italia, più altri 55 spazi in franchising all'estero.

 

Quattro i format: Kids (moda bimbo), Fashion (rivolto a un pubblico giovane, caratterizzato da shop sviluppati su 300-400 metri quadri), Store (di metratura superiore, tra i 500 e i 1.000 metri quadri, con menswear, womenswear e childrenswear, per un target di famiglie) e Megastore, le cui superfici sono almeno di 1.500 metri quadri, in grado di ospitare oltre 3mila articoli.

 

L'a.d. Francesco Bernardo ha sottolineato in un'intervista che si tratta del primo passo per il finanziamento degli investimenti del prossimo triennio. «Siamo partiti con l'idea pionieristica di disintermediazione del debito - ha detto - ma considerato il forte interesse manifestato dagli investitori istituzionali pensiamo di poter ampliare la provvista nei prossimi esercizi, aprendoci a un mercato di capitali per noi nuovo».

 

stats