STRATEGIE

Thindown batte le stime: per l'unico tessuto in 100% piuma 38mila metri venduti in quattro mesi

«Nei primi quattro mesi del 2016 siamo riusciti a vendere 38mila metri di tessuto, un quantitativo oltre le più rosee aspettative»: è soddisfatto Paolo Bodo, ceo e azionista di riferimento di Nipi (Natural Insulation Products Inc.), società che detiene i diritti del brevetto e della tecnologia di Thindown, primo e unico tessuto in piuma al 100%. In vista importanti novità.

 

Lanciato otto mesi fa, Thindown è naturale, ecologico, sterilizzato, biodegradabile e integralmente prodotto in Italia. Anche per questo, spiega Bodo, «è già stato scelto da oltre 30 importanti brand del fashion. Brioni, Peuterey, Aspesi, Luciano Barbera e Bogner sono solo alcuni dei marchi che utilizzeranno Thindown per le prossime collezioni autunno-inverno 2016/2017».

 

«L'obiettivo che ci eravamo posti per l'anno in corso - precisa l'imprenditore, noto per essere stato co-fondatore di un brand iconico come Fila - era quello di produrre 200mila metri di tessuto. Lo abbiamo raggiunto con sei mesi di anticipo, siglando inoltre un importante accordo con Replay, leader nel mondo dell’athleisure, che presenterà a gennaio il piumino reversibile all season, realizzato con il nostro innovativo tessuto».

 

In questi giorni, Nipi sta definendo un'intesa biennale con Yagi, una delle più importanti aziende del tessile in Giappone, che commercializzerà Thindown in esclusiva nel Paese del Sol Levante. 

 

Attualmente Thindown è disponibile in tre versioni: Classic, Downproof (che grazie a una speciale protezione evita la fuoriuscita di piume anche dai materiali più pregiati, come quelli in cashmere) e Waterproof, perfetto per l'outdoor.

 

Una famiglia destinata ad allargarsi: a un anno dall'esordio, durante Milano Unica di settembre, verrà presentata un'inedita versione di Thindown, pensata per il mondo dello sport.

 

stats