STRATEGIE

Vf Corporation: acquisendo Icebreaker scommette sulle fibre naturali

Dopo l'acquisizione della texana Williamson-Dickie, specialista nel settore degli indumenti tecnici, Vf Corporation mette a segno un nuovo deal e porta in casa Icebreaker, azienda neozelandese di sportswear e outdoor di Aukland. L'operazione dovrebbe perfezionarsi entro l’inizio del 2018.

 

Fondato nel 1985, Icebreaker si caratterizza per la produzione di abbigliamento in lana merino, proveniente da fattorie della Nuova Zelanda attente all'etica e alla sostenibilità, fibre ricavate da piante e materiali di riciclo. Ha come motto lo slogan "la natura ha sempre una soluzione migliore".

 

L'azienda, che ha un giro di affari di circa 150 milioni di dollari, impiega 340 persone e vende i suoi prodotti in 47 Paesi attraverso i canali wholesale e retail e tramite piattaforme di e-commerce.

 

«Portare in casa il marchio Icebreaker è un'opportunità speciale - ha dichiarato Steve Rendle, chairman, president e ceo di Vf Corporation -. Il suo focus sulle fibre naturali è un completamento ideale del nostro marchio SmartWool, anch'esso caratterizzato dall'impiego di lana merino per la sua offerta di abbigliamento e accessori».

 

Insieme le due label «ci danno una posizione di vantaggio come leader nel settore in ascesa delle fibre naturali. Ci permetterà rafforzare la nostra capacità di creare prodotti in fibre naturali innovative e sostenibili in tutto il nostro range di marchi, soprattutto nelle divisioni Outdoor e Workwear».

 

stats