Saghe familiari

Lacoste: una parte della famiglia pronta a cedere le quote a Maus

Un ramo della famiglia Lacoste - in questo periodo protagonista di una aspra lotta di potere - sarebbe pronta a vendere le proprie azioni alla società svizzera Maus, che già possiede una quota del 35% della società attraverso la controllata Devanlay, licenziataria del marchio del coccodrillo.

 

Secondo Les Echos da settimane sarebbero in corso delle trattative tra il gruppo elvetico e il clan riconducibile a Michel Lacoste, ex presidente di Lacoste recentemente estromesso nel ruolo dalla figlia Sophie Lacoste-Dournel, che da poche settimane ha assunto la guida del cda. Il figlio dell'ex campione di tennis René Lacoste e ai suoi  fedelissimi avrebbero in mano quasi il 30% del capitale.

 

Ma come ricorda lo stesso quotidiano d'Oltraple a complicare la realizzazione di questo scenario, con la scalata di Lacoste da parte di Maus, ci sarebbe il diritto di prelazione vantato dagli eredi del brand. Un patto parasociale, infatti, impone ai discendenti del tennista francese di offrire le quote in vendita in primo luogo ai familiari. Difficile prevedere come l'ex presidente della società riuscirà ad aggirare l'ostacolo.


 

stats