Saloni

Mapic: voglia di ripresa per il retail real estate

Presenze selezionate, 8.300 visitatori provenienti da 70 Paesi, un clima di cauta fiducia e una grande attenzione all’innovazione e all’omnichannel hanno animato la 19esima edizione del Mapic di Cannes. Non sono mancate le preoccupazioni riguardo al futuro, ma è forte la voglia di ripresa. Al Regno Unito quasi la metà dei Mapic Award.

 

Il peggio è passato? Forse. Sta di fatto che alla tre giorni di Cannes - che ha riunito al Palais des Festivals il gotha dell’immobiliare commerciale internazionale - si è percepito un grande impegno e la volontà di  uscire dalla crisi, che ha fortemente rallentato la nascita di nuove strutture in Europa, ma non solo. 

 

Oltre alla nota difficoltà di reperire  finanziamenti, i developer di shopping e outlet center hanno dovuto e debbono ancora fare i conti con il ridimensionamento dei piani di sviluppo dei retailer e quindi con la difficoltà di affittare gli shopping e outlet center una volta costruiti.

 

Non a caso, a fianco di nuovi importanti progetti presentati alla manifestazione francese - a partire dai 36 destination center di Jihua Park programmati in Cina e dall’avveniristico Centerfall’s-Designer Outlet Resort creato da Design International, che aprirà a Beirut all’inizio 2016 fino al Dlf Mall of India di Nuova Delhi e al nuovo Vegas di Crocus Group a Mosca (entrambi al debutto nella primavera 2014) – vi erano realtà già attive ma non del tutto commercializzate oppure in fase di ricommercializzazione, perché alla ricerca di insegne più appealing, come Galeria a San Pietroburgo.

 

In generale al Mapic, oltre ai tanti progetti di outlet center - e in merito sorge spontaneo chiedersi con quali rimanenze verranno riempiti - si è puntata l’attenzione sul travel retail, che adesso coinvolge anche metropolitane d’eccellenza come quella londinese, e sui pop-up store, che rispondono all’esigenza di rinnovare di continuo l’offerta di un centro.

 

In primo piano l’interazione tra online e offline: l’omnichannel è probabilmente la più importante scommessa da giocarsi per il futuro, tenendo in considerazione che ormai le nuove tendenze dello shopping vedono sempre più abbinata l’attività del fare acquisti con quella dell’intrattenimento e soprattutto del food. 

 

Infine, i Mapic Award hanno visto protagonista la Gran Bretagna:  Jd Sports Fashion ha primeggiato nella categoria Best Fashion & Footwear Retail Concept, The Body Shop nella Best Omnichannel Strategy, Primark  nella Best Retail Global Expansion e Trinity Leeds nella Best Retail Real Estate Development in City Centre. 

 

stats