Salvataggi

Gucci-Richard Ginori: raggiunto un accordo preliminare con i sindacati

L'incontro di ieri di Gucci con i sindacati ha portato alla firma di un accordo preliminare per l'organico della Richard Ginori di Sesto Fiorentino, la cui efficacia è subordinata all’approvazione dell’assemblea dei lavoratori. 230 gli occupati previsti.

 

Dopo un'attenta analisi sulla fabbrica, alla Gucci hanno rilevato che il corretto dimensionamento della manifattura corrisponderebbe a un organico pari a 180 persone. "Gucci ha compiuto uno sforzo per garantire l’occupazione di ulteriori 50 addetti - spiegano dalla maison fiorentina - con l’obiettivo, manifestato sin da subito, di minimizzare il più possibile le ricadute occupazionali, dichiarandosi disponibile a verificare, congiuntamente alle parti sociali, la fattibilità di costruire un percorso articolato e teso ad esplorare soluzioni volte a massimizzare i livelli occupazionali complessivi e a minimizzare gli impatti sociali, anche attraverso il coinvolgimento di consolidati partner di comprovata esperienza e serietà".

 

Se il trasferimento dell'azienda delle porcellane arriverà a Gucci sarà perfezionato, i 230 dipendenti verranno assunti ex novo, con un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Per la restante parte (circa una settantina) è previsto il ricollocamento presso fornitori terzi, oltre a un piano di sostegno economico, modulato e graduato sulla base delle specifiche situazioni emerse nel corso delle trattative.

 

 

stats