Semestrali

Brunello Cucinelli: ricavi netti in progresso del 16%

Grazie a performance a due cifre in tutti i maggiori mercati esteri, il Gruppo Brunello Cucinelli archivia il primo semestre con ricavi netti preliminari pari a 135,2 milioni di euro, in aumento del 16,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Al +23% messo a segno sui mercati in Nord America, infatti, il gruppo aggiunge anche il +17% realizzato in Europa, con crescite particolarmente significative in Russia e nei Paesi dell'ex-Unione Sovietica. In evidenza la Greater china con un +52%, anche se l'area al momento pesa per il 5% sul fatturato globale del gruppo del cashmere wear. Nel resto del mondo le vendite crescono del 53%, mentre il mercato italiano registra un -3%, risultato di incrementi nel canale monomarca contrastati dal calo nei multimarca. Nei sei mesi la rete retail, in espansione, ha realizzato un +49% raggiungendo i 30,4 milioni di ricavi. Con un +47% il franchising ha raggiunto un fatturato di 21,8 milioni, mentre le vendite nei multimarca si sono attestate a 83 milioni. Confermati dal gruppo quotatosi in aprile, ulteriori opening in citta strategiche come Hong Kong e Mosca, ma anche aperture a Shanghai, Baku, Città del Messico, Chicago, Amsterdam, Madrid, Ginevra e Firenze. In più saranno raggiunte località turistiche come St. Moritz e Porto Banus.

stats