Semestrali

Ferragamo: +26% l'ebit, +81% l'utile

Nel primo semestre, il Gruppo Salvatore Ferragamo ha realizzato 81 milioni di euro di utili, in aumento dell'81% rispetto allo stesso periodo del 2012. Il risultato operativo della griffe toscana si è invece attestato a 112 milioni (+26%).

 

Nel periodo i ricavi sono saliti dell'11% a 625 milioni di euro (+23% nel 2012), con l'Asia-Pacifico che ha messo a segno un +13%, l'Europa un +14%  e il Nord America un +15%. A cambi correnti il Giappone ha subito un -13%, mentre Centro e Sud America hanno evidenziato un +7%.



Il forte incremento nei profitti riflette, come spiegano dalla maison, la cessione della quota in ZeFer (la joint venture con la Ermenegildo Zegna per le calzature e la pelletteria del marchio biellese) e la riduzione del risultato di terzi, per effetto del riacquisto di quote nelle società distributive in Greater China, Corea e Sud Est asiatico.



Gli investimenti al 30 giugno risultano pari a 25 milioni di euro, finalizzati soprattutto a nuove aperture e al rinnovo o ampliamento di spazi già esistenti, nonché al proseguimento di progetti di integrazione logistica e digitale.

 

stats