Semestrali

Hermès rinuncia a fornire i target. Il titolo perde quasi l'8% in Borsa

Hermès International archivia il primo semestre con ricavi pari a 2,44 miliardi di euro, in aumento del 6% rispetto allo stesso periodo del 2015. Il risultato operativo è salito dell'11% a 827 milioni, mentre l'utile netto si è attestato a 545 milioni, in aumento del 13%.

 

Sul fronte mercati, il gruppo francese del lusso è cresciuto del 10% in Giappone, del 5% nel resto dell'Asia e dell'8% sia in Europa che nelle Americhe.

 

A livello di prodotto, crescono la divisione articoli in pelle e selleria (+16%) e i profumi (+4%), mentre arretrano il ready-to-wear (-2%, nella foto, il défilé femminile per l'inverno 2016) e gli accessori in seta (-7%). Poco mossi gli orologi (+1%).

 

Per la prima volta Hermès non fornisce target precisi sulle vendite di medio termine, a causa dell'incertezza globale sui fronti economico, geopolitico e monetario, ma parla di «obiettivi ambiziosi».

 

Il management conferma che le vendite cresceranno nel 2016 a cambi costanti, ma al di sotto dell'8%, come già indicato con la pubblicazione dei ricavi del secondo trimestre. Il margine operativo annuale è stimato leggermente in crescita rispetto al 2015, grazie alle coperture sui cambi.

 

Intorno alle 17 il titolo Hermès è scambiato a Parigi a 356,6 euro per azione, in calo di quasi l'8% rispetto alla chiusura di ieri.

stats