Semestrali

Prada: +59,5% l'utile netto di metà esercizio

Il cda di Prada ha approvato oggi la semestrale: l'ebit raggiunge i 394,9 milioni di euro, in rialzo del 55% rispetto a 12 mesi prima mentre l'utile netto si attesta a 286,4 milioni di euro, in aumento del 59,5%.

 

Come già anticipato in agosto, nei sei mesi chiusi il 31 luglio il gruppo ha visto i ricavi salire del 36,5% a 1,55 miliardi di euro: un'accelerazione trainata soprattutto dai brand Prada e Miu Miu (rispettivamente +40,5% e +23,6%), ma che vanta incrementi a due cifre anche per i marchi di calzature Car Shoe (+16%) e Church's (+15%). Il canale retail, che ormai ha superato l'80% del fatturato consolidato, ha messo a segno un +47%, mentre il wholesale è rimasto sui livelli del primo semestre dello scorso anno. A livello di mercati, il gruppo milanese ha registrato un +44% in Asia-Pacifico e un +31% in Europa, grazie agli acquisti dei turisti.Oltre il 30% gli incrementi in Giappone e Stati Uniti.

 

Il periodo è stato caratterizzato dall'apertura di 28 nuovi store che hanno permesso, tra l'altro, di raggiungere per la prima volta il Marocco, il Brasile, il Messico e l'Ucraina. Al 31 luglio il network contava 414 negozi a gestione diretta.

 

Soddisfatto dei risultati, l'a.d. Patrizio Bertelli ha dichiarato: "Pur consapevoli del negativo trend del mercato, ma contando sulla forza dei nostri marchi e sulle nostre capacità di perseguire gli obiettivi prefissati, guardiamo con fiducia al prossimo futuro, senza peraltro modificare la nostra strategia mirata a perseguire obiettivi di crescita nel lungo periodo.”

 

stats