Semestrali

Primark: 17 nuove aperture in vista. Profitti in accelerazione

Primark, la catena di abbigliamento low cost di proprietà di Associated British Food, archivia il primo semestre con profitti operativi adjusted in aumento del 6% a 341 milioni di sterline (395 milioni di euro), nonostante il calo delle vendite like for like dell'1,5%.

 

Nei sei mesi terminati il 3 marzo i ricavi di Primark si sono attestati a 3,4 miliardi di sterline (3,9 miliardi di euro), in aumento dell'8% e del 7% a cambi costanti, per effetto soprattutto dell'espansione del network retail. In Regno Unito la crescita è stata dell'8% e in Europa continentale del 6%.

 

Sulla flessione a periodi comparabili pesa un autunno particolarmente caldo, che ha frenato le vendite di capi invernali, e una primavera che tarda ad arrivare, specie in Europa.

 

AB Food si aspetta un'accelerazione dei profitti del fashion retailer nella seconda metà dell'anno, sostenuta dall'incremento dei margini. In programma c'è l'apertura di 17 nuovi store nel fiscal year 2018, oltre a un certo numero di riallocazioni di punti vendita e di ampliamenti.

 

Il gruppo, che è attivo anche in settori come l'agroalimentare, ha archiviato il semestre con un fatturato di 7,4 milioni di sterline, in aumento del 3% a parità di cambi. I profitti prima delle imposte sono invece diminuiti del 3% a 618 milioni (+1% gli utili adjusted), soprattutto per effetto delle attività legate alla produzione di zucchero.

 

stats