Semestrali

Showroomprivé: ricavi +27%, volano gli utili (+411%)

Un primo semestre a ritmi serratissimi per Showroomprivé, con ricavi netti in crescita del 27,4%, per un totale di 306,2 milioni di euro e un balzo in avanti degli utili triple digit, a +411%, a quota 3,6 milioni di euro. Crescono le vendite a livello internazionale, obiettivo prioritario per l'azienda.

 

Nel semestre appena archiviato le entrate relative al segmento online sono salite del 18%, a 243 milioni, più di quelli relativi all'e-commerce. La crescita è guidata dall'universo del mobile, che copre l'81% del traffico e il 60% dei ricavi.

 

In progress anche i ricavi da oltrefrontiera, in salita del 28% a 54 milioni di euro. Un incremento che oggi porta le vendite a livello internazionale a una quota del 18% sul giro di affari totale, rispetto al 12% del 2016.

 

In flessione l'ebitda, a -30,8%, «a causa di investimenti nell'area marketing e costi per lo stoccaggio».

 

Come hanno spiegato Thierry Petit e David Dayan, co-fondatori e co-ceo di Showroomprivé, commentando i risultati: «La crescita del business conferma la rilevanza delle nostre decisioni strategiche, in particolare l'attenzione all'internazionalizzazione».

 

E hanno proseguito: «Showroomprivé ha cambiato i propri obiettivi nel corso di questo periodo con la partnership insieme a Steinhoff/Conforama. È stato un semestre caratterizzato da investimenti una tantum, in vista del traguardo di fine 2017, periodo strategico per il gruppo. Investimenti che ci consentono di guardare al secondo semestre con la certezza di confermare i nostri obiettivi per il corrente anno e per il 2020».

 

La società punta a tagliare il traguardo del 2020 con un giro di affari di 1,1 miliardi di euro e una marginalità superiore al 7,5%.

 

Nei primi mesi del periodo in oggetto l'azienda ha completato il processo di integrazione della piattaforma Saldi Privati e ha rafforzato la parte beauty, con l'acquisizione di Beauteprivee.

 

Lo scorso maggio ha siglato un accordo con il gruppo dell'arredo Conforama (nell'orbita di Steinhoff) che ha rilevato il 17% dell'e-tailer per un totale di 157,4 milioni di euro. Fine dell'operazione, stringere sinergie strategiche e commerciali, per beneficiare delle rispettive competenze in ambito fisico e digitale.

 

stats