Semestrali

Utile dimezzato per Esprit

Il Gruppo Esprit archivia il semestre fiscale con profitti lordi in calo del 14,8% a 5,4 miliardi di dollari di Hong Kong. L'ebit ha accusato un -85,5% a 37 milioni, mentre l'utile netto si è dimezzato a 47 milioni.

 

Nella prima metà del fiscal year i ricavi sono scesi del 16,3% a 10,7 miliardi di dollari di Hong Kong. La discesa, superiore alle attese, viene spiegata dal gruppo con l'inverno europeo (la Germania rappresenta il 29% dei ricavi totali della società e il resto d'Europa il 20,1%), insolitamente mite.

 

Dal luglio 2014 Esprit sta modificando la sua strategia verso un modello di business verticale e omnicanale (online e offline), per conquistare una maggiore velocità nella risposta al mercato ed efficienza. Nei prossimi due anni il management stima di far leva su questo nuovo modello, per supportare la crescita dei ricavi e incrementare i profitti, potendo contare su una base di costo più contenuta.

 

Mentre lo scenario resta improntato all'incertezza, le stime sulla seconda metà dell'esercizio sono di un calo delle vendite retail "low single digit": una performance che risente della progressiva chiusura degli store in perdita.

 

stats