Semestrali

Yoox: +19,6% i ricavi, 1,3 milioni i clienti attivi

L'e-tailer Yoox, che stima di concludere la fusione con Net-A-Porter in ottobre, archivia la semestrale con vendite in aumento del 19,6% a 284,6 milioni di euro. La media mensile dei visitatori unici sale del 25,9% a 17,7 milioni, portando a un aumento degli ordini del 19,4%. Il numero di clienti attivi, cioé quelli che hanno effettuato almeno un ordine nei 12 mesi precedenti, è passato da 1,2 a 1,3 milioni (+15,3%).

 

Il business dei multimarca (yoox.com, thecorner.com e shoescribe.com) ha realizzato un +18,9%, mentre quello dei monomarca un +21,3%. Il maggiore mercato, l'Europa, è cresciuto dell'11,9% (Italia esclusa, che ha messo a segno un +13,4%). Il Nord America ha realizzato una performance positiva del 40,6%, contro il +8% del Giappone. Negli altri Paesi Yoox è cresciuto del 67%.

 

La semestrale mostra, inoltre, un incremento a livello di ebitda del 2,6%, a 19,2 milioni di euro (esclusi i piani di incentivazione). Escludendo oneri non ricorrenti (pari a 5,2 milioni di euro) connessi all’operazione di fusione con Net-A-Porter e costi figurativi relativi ai piani di incentivazione (1 milione), il risultato netto adjusted si è attestato a 4,4 milioni, dai 3,2 milioni del primo semestre del 2014. Al netto di tali oneri, l'utile risulta di 0,1 milioni.

 

Nel secondo trimestre i ricavi della realtà dell'e-commerce fondata da Federico Marchetti sono saliti del 23% a 137 milioni di euro. L’ebitda si è attestato a 10,1 milioni (+3,1%).

 

Il management si attende un'ulteriore crescita «in base alla validità del modello di business dell'azienda nel mondo e delle buone prospettive del mercato retail online». In più fa sapere che, «subordinatamente all’approvazione delle autorità competenti», il perfezionamento della fusione con il retailer di lusso online Net-A-Porter è previsto nell'ottobre 2015.

 

Nei prossimi mesi dovrebbero proseguire le attività propedeutiche all’integrazione tra i due gruppi, già avviate nel corso del secondo trimestre. In questo contesto Yoox stima che dovrà sostenere oneri di natura straordinaria inerenti la transazione, nonché costi funzionali all’integrazione.

 

Il cda che ieri ha approvato la semestrale ha anche deliberato di richiedere a Borsa Italiana l’uscita del titolo dal segmento Star. Le azioni continueranno a essere negoziate sull'Mta (segmento ordinario della Borsa).

 

stats