Social marketing

Forbes apre le sue classifiche agli influencer

Anche Forbes, la rivista statunitense di economia e finanza, scende a patti con il nuovo che avanza e apre le sue classifiche agli influencer. Da oggi accanto agli elenchi di uomini e donne ricchi e famosi, c'e anche la sezione dedicata ai protagonisti dei social media, articolata in tre ambiti: beauty, fitness e home.

 

«Quest'anno - ha spiegato Clare O'Connor, staff writer di Women@Forbes, che ha curato il lavoro - abbiamo deciso che era ora di considerare l'universo che usa i social media sia per conquistare notorietà che, in molti casi, per accumulare patrimoni da milioni di dollari. Continueremo a monitorare questa economia in crescita, che evolve in parallelo con l'affermarsi di piattaforme come Snapchat».

 

«È tempo di rendersi conto che la influencer economy è una legittima attività imprenditoriale - le fa eco Christina Vuleta, vice presidente di Forbes Womens' Digital Network -. Questi innovatori sociali stanno creando veri mercati intorno alle loro vite e alle loro passioni, oltre a soddisfare i bisogni di milioni di persone che vogliono essere informate».

 

La classifica, che riporta i primi dieci di ciascuna categoria, verrà pubblicata tre volte l'anno e presto si arricchirà con nuove sezioni, compresi moda, travel, food e sport.

 

La prima uscita vede al primo posto nella categoria fitnesss Kayla Itsines, 6,7 milioni di follower su Instagram, che ha generato un turnover di 17 milioni di dollari nel 2016. Zoe Sugg è la numero uno nel beauty con 10,8 milioni di follower e una linea di candele, lozioni e accessori, in vendita nella catena inglese Superdrug. Grace Bonney, 866mila seguaci, ha conquistato il gradino più alto del podio per la serie home, grazie al suo blog Design Sponge.

 

Per stilare la classifica Forbes si è avvalso della collaborazione di Traackr, società che si occupa di influencer analytics, che ha permesso di misurare dati come reach, dimensioni dell'audience, propensione alla viralità, risonanza e rilevanza. Grazie all'aiuto di Captiv8, piattaforma di social insight, si è  valutato il "potential for earning" dei singoli post, in base al pubblico dei seguaci.

 

Sono stati presi in considerazione solo i "nativi" social e non le celebrity che usano i social media per ampliare la loro audience.

 

Insieme alla classifica Forbes lancia anche il primo episodio della prima stagione di "The Business of Influence", un video in quattro episodi dedicato all'influencer marketing (nella foto, da sinistra, Kayla Itsines, Zoe Sugg e Grace Bonney).

 

stats