Sportswear

Sergio Tacchini mette sul piatto 5 milioni per riprendersi il marchio

Il brand Sergio Tacchini è pronto a ripartire dalle radici italiane: il fondatore Sergio Tacchini e il figlio Alessandro vogliono riprendersi il marchio. Ma c'è un impedimento.

 

Come riporta Adnkronos a Novara in presenza dei due imprenditori, lo scorso aprile la famiglia Tacchini ha presentato alla Sergio Tacchini International in liquidazione, che detiene il marchio, un'offerta di 5 milioni di euro, superiore a quella fatta da Wintex Italia, che lo ha affittato. La scadenza dell'offerta di Sergio e Alessandro Tacchini è il 30 maggio, ma non è scontato che venga accettata.

 

Una mail inviata ai giornalisti dall'indirizzo e-mail info@sergiotacchiniinliquidazione (non meglio identificato) comunica che «il marchio Sergio Tacchini non è in vendita. La società Sergio Tacchini International in liquidazione è attualmente  proprietaria del brand».

 

«A giugno dello scorso anno - prosegue la mail - l'etichetta, inserita in un compendio aziendale, è stata affittata fino al 2017 alla società Wintex Italia che corrisponde regolarmente il canone relativo a tale affitto. Anche in conseguenza di espressi vincoli contrattuali la label Sergio Tacchini non può essere oggetto di cessione. Attualmente la società Sergio Tacchini in liquidazione sta elaborando un piano di ristrutturazione che ha come finalità il risanamento delle ingenti perdite provenienti dai periodi precedenti, nonché il rilancio commerciale del marchio stesso».

 

stats