Statistiche

Abbigliamento: mercato mondiale +4,4%. Le inglesi spendono di più

Nel 2017 il mercato mondiale dell'abbigliamento è cresciuto del 4,4% sfiorando i 1.500 miliardi di dollari (quasi 1.200 miliardi di euro): un tasso di crescita che dovrebbe essere confermato anche nei prossimi cinque anni.

 

Lo riporta oggi il quotidiano Il Sole 24 Ore che cita le stime di Statista. L'incremento delle vendite riguarda anche i volumi: nel 2017 sono stati venduti 154 miliardi di capi, in aumento del 2,3% rispetto al 2016.

 

Le proposte best seller sono quelle per donne e ragazze, che hanno raggiunto la cifra di 562 miliardi di dollari, in aumento del 4,2%. Nel 2017 sono stati venduti 32 miliardi di capi: un quinto del volume totale (38% la quota in valore).

 

L'abbigliamento per uomo e bimbo sono il secondo mercato con una quota del 26% del totale (in valore).

 

Dall'analisi per mercati emerge che il maggiore per il womenswear è l'Europa  con 162 miliardi di dollari di ricavi, un terzo del totale, in aumento dell'1,7% rispetto al 2016 (nella foto, Selfridges a Londra). I mercati più dinamici sono stati la Turchia (+15,45%), l'America Latina (+8%) e la Cina (+7,5% a 109 miliardi). Negli Usa il segmento donna ha invece registrato un +2,8%.

 

In Turchia è attesa una crescita annuale delle vendite di abbigliamento femminile del 13,5% fino al 2021, mentre in Cina il progresso nei prossimi anni dovrebbe essere mediamente del 6,6%. Negli States è stimato un incremento annuo del 2,2%.

 

A dedicarsi allo shopping sfrenato nel 2017 sono state soprattutto le inglesi (492 dollari), seguite dalle norvegesi, dalle austriache e dalle svizzere. Statista ha calcolato che le italiane hanno speso 257 dollari.

 

stats