Statistiche

Vendite al dettaglio 2013: scarpe e vestiti in deciso calo

Nel 2013 le vendite al dettaglio in Italia sono scese del 2,1% rispetto al 2012. Tra i settori più colpiti l'abbigliamento (-2,7%), le calzature con gli articoli in cuoio e da viaggio (-3%) e i mobili con gli articoli tessili e l'arredamento (-3,2%).

 

In base ai calcoli dell'Istat, nel 2013 soffrono un po' meno i prodotti di profumeria e cura della persona (-1,1%). Nemmeno il mese di dicembre, che tiene conto delle vendite natalizie, mostra segni positivi, da un confronto con dicembre 2012. I vestiti accusano un -3% e gli accessori in pelle un -5%: la flessione di maggiore entità, tra tutti i settori esaminati dall'istituto nazionale di statistica. Più contenuta la discesa nel design (-1,7%) e nella cosmesi (-0,9%). Tra alimentari e non alimentari, le vendite di dicembre hanno evidenziato un -2,6%, rispetto allo stesso mese del 2012.

 

Escludendo l'ambito food, l'Istat ha stimato una flessione del 3,4%, su base mensile, nella grande distribuzione e del 2,4% nei dettaglianti attivi su piccole superfici. Su base annuale i piccoli retailer accusano un -2,9% e i grandi un -1,9%.

 

stats