Strategie

Acne Studios: tempo di investire sui monomarca

Il brand svedese Acne Studios intensifica gli investimenti nell'universo retail. Previste aperture in location strategiche a Londra, Parigi, Seoul, Osaka e Los Angeles. Obiettivo: toccare quota 100 milioni di euro di fatturato, rispetto agli attuali 89.

 

In parallelo - come ha chiarito in una recente intervista a wwd.com il chairman, Mikael Schiller, che insieme al direttore creativo Jonny Johansson detiene la maggioranza del brand - si continua a investire sul wholesale, che oggi conta un totale di 650 clienti a livello mondiale e che anzi riceve spinte propulsive dall'avvio dei monomarca.

 

Fra le inaugurazioni più importanti per la label - che oggi è già insegna di 35 punti vendita, di cui otto in Svezia - ci sono Londra, dove nei mesi prossimi esordirà una seconda boutique, Parigi, in dirittura di arrivo con un terzo shop in Quai Voltaire, Osaka, Seoul, con una tripletta di opening in partnership con Shinsegae e Los Angeles, con uno spazio completo di caffè che sorgerà nell'Eastern Columbia Building. Fra i mercati sotto osservazione c'è Hong Kong, un punto di riferimento importante per la label e anche un'importante finestra sulla Cina.

 

L'obiettivo è aprire spazi di impatto come quelli già operativi, puntando a scegliere location alternative, rispetto ai tradizionali circuiti dello shopping di moda. In parallelo si continua a investire sullo store online, lanciato nel 2006 e oggi attivo in circa 65 Paesi.

 

stats