Strategie

Anthony Morato sbarca in Cina. Previsti 40 opening in tre anni

Dopo stagioni di attento esame, il brand di abbigliamento informale Antony Morato ha trovato il partner giusto per la Cina: si tratta del gruppo Blue Zhen di Shenzhen, con cui si punta a 40 aperture nei prossimi tre anni. Si parte con Shanghai, dal prossimo settembre.

 

«Dopo Shanghai - racconta a fashionmagazine.it il direttore generale di Antony Morato, Manlio Massa - toccherà a Pechino, Shenzhen, Nanchino, Tianjin, Shenjang per un totale di dieci inaugurazioni entro la prossima stagione invernale. L'obiettivo è arivare a una performance retail di oltre 30 milioni di euro dopo i primi quattro anni».

 

L'accordo cinese arricchisce un percorso di espansione in Far East che ha già toccato le tappe di Corea del Sud e Thailandia dove, grazie alla partnership con il gruppo Central/Robinson, proprietaria di Rinascente Italia e dei grandi magazzini Illum di Copenhagen, la label conta di raggiungere 15 punti vendita e tre flagship nel prossimo triennio.

 

«L'obiettivo è la creazione di una task force in Cina che ci consentirà di fornire servizi in tutta l'area a livello di merchandasing e visual». «La tappa seguente sarà l'Indonesia - rivela Massa - dove abbiamo già in corso colloqui avanzati. Successivamente affronteremo il mercato giapponese».

 

Grazie al potenziamento a livello internazionale, con l'inverno 2014-2015 la quota export sul giro di affari sale al 70% su un fatturato che nel 2013 ha raggiunto i 78 milioni di euro e che nel 2014, annuncia Massa, supererà abbondantente gli 80 milioni.

 

stats