Strategie

Armani prende il controllo delle attività in Regno Unito

 

Il Gruppo Giorgio Armani ha deciso di gestire direttamente il business in Gran Bretagna (nella foto, lo store in Sloane street, a Londra), da più di 20 anni affidato a Club 21. Fa eccezione, tra i brand, A/X Armani Exchange, che il partner continuerà a sviluppare worldiwde.

 

"È giunto il momento che un marchio globale come il nostro curi direttamente i suoi interessi in un mercato significativo come questo - ha commentato il fondatore Giorgio Armani -. Abbiamo grandi progetti per il Regno Unito e guardiamo al futuro con fiducia dando avvio a una nuova era Armani”.

 

Dal bilancio 2011 della società non emerge il dettaglio dei ricavi imputabili all'area ma si sa che l'Europa (Italia esclusa) è ancora il maggiore mercato, con una quota pari al 31% delle vendite totali, risultate pari a 1,8 miliardi di euro (+13,6% rispetto al 2010). L'Estremo Oriente contribuisce invece per il 18%.

 

Fondata nel 1972 a Singapore, Club 21 distribuisce moda, accessori, arredamento e decorazione d’interni. Oltre al Regno Unito copre mercati quali Australia, Hong Kong, Indonesia, Malesia, Singapore, Taiwan, Thailandia, Uk e Usa per fashion brand come Marni, Dolce & Gabbana, Diesel, Paul Smith, Issey Miyake, Jil Sander e Balenciaga.

 

stats