Strategie

Asahi Kasei Fibers: con Cupro e Lamous +19% i ricavi della unit italiana

La Asahi Kasei Fibers Italia chiude il 2015 con ricavi stimati a 58,6 milioni di euro (+19% rispetto all'anno prima) grazie a una ripresa delle vendite di filo cellulosico Cupro e al successo del tessuto non tessuto Lamous, che ora punta al business delle calzature e degli accessori.

 

Lo ha annunciato ieri il presidente dell'azienda Yasuyoshi Nakajima nel corso della conferenza stampa tenutasi al museo Maga di Gallarate, nei pressi della nuova sede di Asahi Kasei Fibers Italia di via E.Cantoni (nella foto), base europea della corporation giapponese Asahi Kasei per quanto riguarda le fibre.

 

«Lo scorso anno - ha spiegato il presidente - il Cupro per le fodere ha mostrato un leggero incremento, quello destinato all'abbigliamento ha rivelato una salita più lenta mentre la microfibra Lamous ha rivelato un forte incremento nei ricavi». Questo per effetto della forte domanda nel settore degli interni per auto, che ha più che compensato il calo nel comparto furniture. Si prospettano nuovi sviluppi, inoltre, nella moda: dalle scarpe agli accessori.

 

Per quanto riguarda lo storico business del Cupro  - un filato dal tocco setoso, in più antistatico e termoregolatore - si candida sempre di più come materia prima per l'intimo e casualwear, ma tra i nuovi target ha anche l'arredamento.

 

«L'obiettivo - ha dichiarato Nakajima - è mantenere un posizionamento a livello "top quality", grazie anche a nuove tecnologie, e incrementare le collaborazioni con i clienti partner nonché le attività di promozione».

 

La Asahi Kasei Fibers Italia ha inoltre anticipato una novità nel management: dal primo giugno entra Pietro Fabris, in qualità di technical manager: già consulente dell'azienda, Fabris fa salire a sette il numero dei dirigenti (dai 5 del 2013).

 

Alcuni cambiamenti riguardano pure la Asahi Kasei Corporation, che dal primo aprile 2016 riunificherà sotto un unico ombrello - il "materials business sector" - la Asahi Kasei Fibers, la Asahi Kasei Chemicals e la Asahi Kasei Materials. L'obiettivo è creare sinergie tra le tre aree di business, sfruttare al meglio le competenze del management e incrementare l'efficienza.

 

In seguito a questo riassetto Toshio Takanashi viene promosso a primary executive officer della corporation. In parallelo continuerà a presiedere l'area delle fibre. Masonori Yagami diventa numero uno per il Cupro.

 

Asahi Kasei è un gruppo da 15,3 miliardi di euro di fatturato l'anno (dati al 31 marzo 2015) che conta oltre 30mila dipendenti nel mondo. L'attività spazia dalle fibre (tra gli altri marchi di proprietà figura Roica, filo di spandex elastico) alla chimica e ai materiali per costruzioni fino all'elettronica e all'health care.

 

stats