Strategie

Cadicagroup: più etichette all'estero con l'arrivo di Gradiente

Il fondo di emanazione bancaria Gradiente Sgr è entrato nel capitale di Cadicagroup con una quota di minoranza. La partnership consentirà alla società attiva nel labelling e packaging per la moda di espandersi ulteriormente all'estero.

 

"Cadicagroup rappresenta l’operazione tipica per un fondo come Gradiente I, nato per sostenere lo sviluppo di aziende dinamiche e con forti prospettive di crescita - spiega Pietro Busnardo, amministratore delegato della Sgr, partecipata da realtà come Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Carimonte Holding e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca -. "Riteniamo che la società abbia ampi margini di sviluppo e che il contenuto di design e di servizio che fornisce ai propri clienti ne facciano un candidato a un’importante crescita nell’arena internazionale".

 

"La partnership con Gradiente - dichiara l'a.d. di Cadicagroup, Andrea Carnevali - ci consentirà di cogliere ulteriori opportunità per ampliare la nostra quota di mercato e soprattutto per dare garanzia alla nostra clientela di fornire gli stessi servizi, supporti e qualità nei loro siti produttivi esteri".

 

CadicaGroup ha chiuso il 2012 con un fatturato di 32 milioni di euro (+1%), mentre nei primi cinque mesi del 2013 ha totalizzato 16 milioni di ricavi (+15% rispetto allo stesso periodo del 2011). Con quartier generale a Carpi (Mo), sedi in Usa, Cina, Hong Kong e Turchia e 120 dipendenti all'attivo, l'azienda conta tra i clienti oltre 650 brand della moda, che rappresentano 41 Paesi.

 

stats