Strategie

Castiglione (Wrangler): «A gonfie vele con Peter Max. Primo store italiano a Napoli»

Mentre si festeggia il 70esimo anniversario di Wrangler, Rino Castiglione, presidente Emea del brand, annuncia l'opening del primo monomarca italiano a Napoli e raccoglie i frutti della capsule con Peter Max: «Un'operazione vincente, che prosegue nelle prossime stagioni». Retail nel mirino: «Per il 2018 puntiamo su Milano». Mentre l'e-commerce accelera.

 

L'apertura di Napoli, prevista in via Toledo il prossimo giugno, rientra in un progetto retail che ha l'obiettivo di avviare 50 nuovi negozi in partnership in tutta l'area Emea entro il 2020, di cui 20 già quest'anno, che si sommeranno alle 210 door già operative. A queste si aggiunge il network wholesale, che conta 2.700 door, di cui 350 in Italia.

 

«Nel primo quarter abbiamo inaugurato cinque store in Russia e uno a Tel Aviv - prosegue Castiglione -. E dopo Napoli abbiamo due opening on schedule in Germania. Spero di mantenere questo ritmo, con l'idea di approdare nelle città più importanti dell'area».

 

Intanto il nuovo avanza: «Oggi l'online è una scommessa importantissima e un business in crescita esponenziale. Al momento in Europa copre una percentuale tra il 12 e il 15% del giro di affari, ma le progressioni sono rapidissime, grazie al nostro sito, inaugurato due anni fa, e alla presenza su piattaforme come come Zalando, Amazon e Asos».

 

Merito del lavoro effettuato sul prodotto, che proprio nell'anno del 70esimo anniversario raccoglie i primi frutti. Un progetto di rilancio mirato a riagganciare i valori dell'etichetta nel momento di massimo splendore, negli anni Settanta, quando il riferimento era a parole come young, sexy, adventure, provocative.

 

Una scelta mirata, per agganciare un target di consumatori più giovani, ai quali è stata riproposta l'icona dell'arcobaleno, protagonista della collezione global Retro Glory, in cui è tornato in primo piano il logo storico, e che ora è protagonista della nuova campagna pubblicitaria.

 

In questa direzione è andata la capsule in partnership con Peter Max, l'artista della stampa psichedelica, lanciata allo scorso Pitti Uomo di gennaio, che ora Castiglione presenta in tour nei templi dell'eleganza europea, a partire da Corso Como 10. «Prossimamente saremo da Colette a Parigi, poi a Monaco e Amsterdam, mentre a giugno è on schedule un evento da Antonia. Previsto inoltre, entro maggio, il lancio a livello global su Yoox».

 

«Oggi questa capsule è la nostra punta di diamante, rivolta ai negozi al top (un jeans costa di media 160 euro). Di sicuro è un passo importante che dà supporto nel rilancio del marchio con una dimensione e un'equity diverse», spiega Castiglione. E annuncia: «La liaison con Peter Max prosegue anche nelle prossime due stagioni e non escludo future collaborazioni degli stilisti. Alcuni si stanno già proponendo».

 

La conferma arriva dai numeri: «Puntiamo a una crescita dell'8-9% entro fine anno: di sicuro un ottimo obiettivo, con mercati come la Polonia dove andiamo a gonfie vele, considerando che 155 dei nostri 210 negozi monomarca sono in questo Paese - conclude Castiglione -. Ma andiamo forte anche in altri Paesi: Germania e Regno Unito in primis».

 

stats