Strategie

Courrèges va avanti con il revival ed entra da Galeries Lafayette e Isetan

 

Prosegue il revival di Courrèges, avviato nel 2011 per mano dei due nuovi proprietari Jacques Bungert e Frédéric Torloting, ma sempre al di fuori dai canoni. La blasonata maison è tornata a presentare la collezione, ma alla fine del calendario delle passerelle parigine e all'insegna dell'understatement.

 

La location prescelta per mostrare le proposte dell'autunno-inverno 2013/2014, come emerge dal web, è una piccola showroom minimalista, dove domina il bianco, che si trova sopra l'unico monomarca, la boutique parigina vicina agli Champs-Elysées. Per l'occasione Bungert e Torloting - ex pubblicitari, co-presidenti di Young & Rubicam Francia - hanno rivisitato alcuni pezzi iconici della griffe fondata da Coqueline e André Courrèges, come le giacche optical in vinile e le mini con zip, mixandoli agli accessori (booties, borse con logo e occhiali, disegnati con Alain Mikli).  

 

Lo scorso anno, quando il giro d'affari di Courrèges ammontava a 20 milioni di euro, i due soci avevano annunciato di voler scommettere sull'e-commerce e sull'apertura di nuovi monomarca in quei mercati, come Europa, Stati Uniti e America Latina, dove il marchio gode tuttora di una certa fama. Di certo il brand punta anche al licensing a partire dalle fragranze, concesse in licenza alla società francese Lorience (nei piani ci sarebbero anche gli orologi, le sneaker e il beauty).

 

Lo scorso febbraio, invece, Courrèges ha firmato la riapertura a Parigi del Café Blanc (al civico 40 di rue François 1er), con la supervisione di Alain Ducasse. In più è tornato in Giappone, presso Decade, nuovo concept store al rinnovato secondo piano di Isetan a Shinjuku e ha aperto un pop up store all'interno di Galeries Lafayette (nella foto, Courrèges chez Colette).

 

stats