Strategie

Dopo la Pop Bag by J&C, è il momento della Mini Pop. In arrivo un monomarca per le borse trasformiste

Dopo la Pop Bag by J&C, arrivano le Mini Pop. La borsa trasformista di J&C Jackyceline si reinventa nelle versioni più piccole, che tanto piacciono in questo momento alle consumatrici. In arrivo un format retail dedicato a questo modello e alle sue diverse declinazioni.

 

Mini, baby e micro: sono tre i nuovi formati in cui è stata presentata a Mipel la Pop Bag by J&C, realizzati in ecopelle effetto metal e in glitter.

 

Protagonista in vetrina da La Rinascente lo scorso Natale e da LuisaViaRoma in occasione di Firenze4Ever dello scorso gennaio, la Pop Bag è il cavallo di battaglia di Sara Lin, imprenditrice cinese trapiantata dall'infanzia a Firenze, dove ha sede l'azienda, nonché direttore creativo della label.

 

 È il frutto di un brevetto registrato che le permette di cambiare forma e aspetto a seconda del mood e delle occasioni, grazie alle cinque parti combinabili che la compongono.

 

Una proposta che sta ampliando gli orizzonti fino a diventare una vera e propria famiglia, a cui Sara Lin vuole dare una casa dedicata, che andrebbe ad aggiungersi al monomarca di via Guicciardini e ai dieci monobrand in Cina, tra Shanghai e Taiwan. Un progetto imminente ma, per il momento, ancora top secret.

 

Distribuita in un network di circa 500 plurimarca e nell'e-shop store.jandc.eu, la label ha un giro di affari di 6 milioni e mezzo di euro, di cui il 35% relizzato all'estero tra Europa, Medio Oriente e Asia.

 

Nel futuro, la brand extension con le calzature: «Un progetto a cui penserò a partire dal prossimo anno».

 

stats