Strategie

Franco Catania (Giada): «Focus su Hand Picked, il millesimato del denim»

Franco Catania, fondatore e ceo di Giada, imprime nuovo dinamismo all'azienda, legata da 30 anni alla produzione di marchi di punta del prêt-à-porter. E per la prima volta lancia un marchio di proprietà, battezzato Hand Picked, al debutto a Pitti Uomo. Licenziataria di Jacob Cohën dal 2004, l'impresa di Rovigo ha di recente acquisito la licenza di Karl Lagerfeld Denim e Vilebrequin Denim.

 

«Hand Picked è uno sviluppo naturale, con cui poter esprimere la nostra storia e tutta la maestria della nostra squadra in un prodotto millesimato, di nuova concezione - spiega Catania -. Una linea interamente made in Italy, dedicata a una clientela attenta ai dettagli di alto livello, declinata in materiali naturali e con vestibilità impeccabili, che non a caso ha scelto come icona una foglia scura e carnosa, venata di rosso».

 

Una capsule collection che debutta a Pitti Uomoe che il 16 giugno sarà protagonista di un evento alla Serra di Palazzo Serbelloni, in apertura di Milano Moda Uomo.

 

Anima del brand è un denim di alta qualità, prodotto con un cotone coltivato usando tecniche tradizionali, da cui nasce una fibra dalle grandi prestazioni, che viene filata in Giappone.

 

Ma non ci sono solo cinque tasche in denim, perché la collezione comprende anche pantaloni chino, camicie in cotone effetto denim, due giacche destrutturate e una proposta di jersey, che richiama i colori della foglia.

 

Al debutto con la Spring-Summer 2019, Hand Picked sarà distribuita in 100 vetrine a livello mondiale, tra department e specialty store, con la prima uscita in calendario il prossimo novembre, in dieci store super selezionati.

 

A partire dalla primavera-estate 2020 diventerà una collezione completa, con il progetto di lanciare anche il womenswear.

 

Fondata nel 1987, Giada conta su una forza lavoro di circa 300 dipendenti diretti, più un indotto di circa 700 persone. L’azienda, che ha sfiorato gli 80 milioni di euro di turnover, in crescita double digit, è licenziataria di Jacob Cohën dal 2004, intesa in scadenza nel 2021.

 

c.me.
stats