Strategie

Frankie Morello: dopo la Cina, debutta in Russia a Rostov e punta su Mosca

Dopo l'apertura dei primi monomarca in Cina, Frankie Morello amplia gli orizzonti con la Russia e con l'Europa dell'Est in generale. Il brand è appena approdato a Rostov, dopo un'apertura a Kiev. E valuta l'approdo a Mosca.

 

Il punto vendita di Rostov occupa una superficie di 70 metri quadri nella Galleria Astor di Rostov, un centro commerciale molto vitale nel meridione del Paese.

 

L'opening segue di poco quello di Kiev, dove qualche mese fa è stato inaugurato uno spazio di circa 140 metri quadri al civico 45 di Krasnoarmeyskaya. Si tratta di due opening strategici in un'area che si rivela molto importante anche nel canale wholesale.

 

Come ha dichiarato Angela Ammaturo, a.d. di Fmm cui fa capo la label: «Il nostro marchio sta ricevendo un’ottima accoglienza in un’area dal grande potenziale quale l’ex Urss. Sono certa che lo sviluppo retail sarà fondamentale per accrescere la nostra brand awareness e, proprio per questo, sto iniziando a valutare l’apertura di un flagship store a Mosca».

 

In parallelo prosegue la scommessa sulla Cina, dove l'azienda ha da poco inaugurato le prime boutique a Shanghai e Hangzhou, frutto dell'accordo con il partner locale Oasis Fashion, con cui si punta ad arrivare a un totale di 150 negozi nel giro di cinque anni. In Italia la scommessa retail per il prossimo futuro è Roma, dove il brand è alla ricerca della location idonea.

 

Nel 2016, che tiene conto di una sola stagione di vendite (la primavera-estate 2017, la prima del rilancio del brand), Frankie Morello ha realizzato 7 milioni di euro di ricavi e ora si avvia a chiudere l'anno toccando il tetto dei 15 milioni. Si punta a 50 milioni entro cinque anni.

 

stats